Logoaziendale

Newsletter

Email

Indirizzo/Tel

Via Nastro D'argento, 9

80065 Sant'Agnello (NA)

info@frantoiogargiulo.it

CONTATTACI PER INFO

olive di sorrento

facebook
twitter
tripadvisor
whatsapp-logo-png

+39 081 8072300 | +39 081 8073730

Cookie Policy​

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NEWS

Frantoio Gargiulo Srl © 2018. Tutti i diritti riservati - P.IVA 07359981219

WEBIDOO-logo-footer

Farmed by WEBIDOO

06/08/2018, 08:01



Quando-la-R-manca,-le-COZZE-ballano!
Quando-la-R-manca,-le-COZZE-ballano!
Quando-la-R-manca,-le-COZZE-ballano!
Quando-la-R-manca,-le-COZZE-ballano!


 



Prelibatezzache proviene dal mare, le cozze possono essere cucinate nei modi più svariati,andando dagli antipasti ai secondi piatti. Nello specifico sono mitili,molluschi bivalvi che vivono nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero e nell’OceanoAtlantico. La loro conchiglia è composta da due parti uguali a forma di goccia,dette valve, unite tramite un legamento, chiamato cerniera, caratterizzato datre o quattro dentelli. Le varietà più diffuse sono tre: Mytilus edulis(proviene dall’Oceano Atlantico), Mytilus galloprovincialis (tipica del MarMediterraneo), Modiolus barbatus (anche chiamata ’modiola’ o ’cozza pelosa’,per la fitta peluria che presenta sulle valve) 

Lecozze rientrano nella categoria dei cibi energetici, vera e propria fonte diproteine nobili, vitamine B e C, sali minerali (potassio, sodio, fosforo ezinco), con proprietà stimolanti e digestive. Svolgono una potente azioneantiossidante contro i radicali, rallentando l’invecchiamento, e hanno un fortepotere antinfiammatorio che protegge il sistema immunitario. Questi mitilidalla forma allungata sono, inoltre, considerati un cibo afrodisiaco, sebbenequesta credenza sia priva di ogni valore scientifico.Comeper la maggior parte degli alimenti, anche le cozze si trovano in commercio pertutto l’anno, che siano fresche o congelate. Ma ci sono dei mesi miglioririspetto agli altri: tradizione vuole che nei mesi senza la "R", quindi damaggio ad agosto, le cozze (e le vongole) siano più buone, e la saggezzapopolare non è mai casuale: infatti, i mesi autunnali e invernali (con la "R")coincidono con i periodi riproduttivi, durante i quali questi molluschirisultano meno saporiti. 

Almomento dell’acquisto si consiglia di controllare che il colore del mitilo siabrillante e lucido e che le valve siano ben chiuse e non rotte.Sideve prestare attenzione al consumo di questi molluschi, perché se non controllatipossono provocare l’insorgere di gastroenteriti o gravi malattie come il colerao l’epatite di tipo A. 
Se le cozze provengono da allevamenti, è necessariocontrollare che sulla confezione vi sia l’etichetta che ne descriva laprovenienza, la data di raccolta e di confezionamento. Per verificare lafreschezza delle cozze, la conchiglia deve essere ben chiusa, il guscio deveavere un colore lucente nero e l’odore deve essere leggero e gradevole. 

GUAZZETTODI COZZE 
Ingredienti per 2 persone: 
  • 1kg di cozze
  • 1 pomodoro cuore di bue sodo
  • 1 gambo di sedano
  • 1 spicchio d’aglio 
  • 1 piccolo peperoncino
  • prezzemolo
  • olio dop Penisola Sorrentina
  • 1/2 bicchiere vino bianco LacrymaChristy  
Procedimento 
Far rosolare da freddo l’aglio aggiungere quindi il peperoncino. Se si desideraun grado di piccantezza maggiore tagliare il peperoncino in due, lasciandofuoriuscire i semini.Aggiungere quindi il prezzemolo e le cozze. 
Dopo qualche minuto aggiungere ilsedano tagliato a pezzetti.Chiudere la pentola con un coperchio e scuoterla di tanto in tanto. La cotturadurerà al massimo 7/8 minuti. 
Per essere certi che si è al punto giusto basteràverificare che tutti i mitili si siano aperti. 
Quelli più resistenti saràimportante eliminarli.Aggiungere a questo punto il vino bianco possibilmente freddo. Lo choc termicodel vino farà sì che tutti i sapori delle cozze vengano fuori.Far cuocere a fiamma lata senza copertura per far sfumare l’alcool del vino. 
Aggiungere quindi i pomodori in piccoli cubetti. Servire con fette di paneripassate al grill con olio ed uno spicchio d’aglio strofinato. 
ricettadi Imma Gargiulo - prima edizione Masterchef Italia  
foto di Anna Maione


1